E LA “SUA” CLINICA

 

In quella collina di Roma, più bassa della sua, abitavano i potenti.

Conosceva bene quelle strade e quelle piazzette defilate, un po’ nascoste ed austere.

Molto bene.

Aveva frequentato da ragazzino e da giovane adulto, un attico e superattico dal quale si dominava – ed era proprio il caso di dirlo, visto l’Inquilino – la Capitale.

Si vedeva – dalle enormi vetrate di quel salone – anche la “sua” collina.

Un osservatore attento avrebbe visto anche la “sua” clinica.

Lui era lì per una cena familiare.

 

Segue, quando finito, su

car 18 24 

 

 

Pubblicato da luca

nulla

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: